In occasione della Festa di Primavera (o Capodanno cinese), dal 5 al 12 febbraio 2019 da MU dim sum è possibile assaggiare un vero menu tradizionale del Capodanno, in stile cantonese.

La cultura cinese è una delle più attente ai simbolismi e la stessa cura si riflette sui cibi della festa. Da MU dim sum la tradizione ha dato vita a un menu fatto di sole portate tradizionali e tutte cariche di significati simbolici. Si tratta di otto piatti (il numero fortunato per eccellenza) che saranno serviti contemporaneamente, secondo l’uso orientale che non prevede una successione di portate come in Occidente ma predilige la convivialità della tavola imbandita con tutti i piatti insieme. Ogni portata viene scelta sia per il significato simbolico degli ingredienti (per esempio il maiale, che evoca prosperità e ricchezza) sia per quello dei nomi dei piatti.

Il menu è ideale per un tavolo di 3 o 4 persone, pertanto gli otto piatti, tutti abbondanti e quindi pensati per essere condivisi da più commensali (da 2 a 4), sono ordinabili anche singolarmente.

 

Qīngzhēng lú yú

Branzino intero al vapore – 28 euro

Un branzino rigorosamente intero che, come ognuno dei piatti sulla tavola del Capodanno cinese, evoca la prosperità e la buona sorte. Il metodo di cottura è tipicamente cantonese, vale a dire che si basa su prodotti freschi e un intervento minimo.

La scelta di cucinare pesce durante le feste non è casuale, perché la parola cinese per “pesce” suona come “abbondanza” e, per questo, il pesce intero è spesso servito alla fine del pasto, proprio per augurare a tutti un nuovo anno prospero.

 

Bái Qie Ji

Pollo alla Cantonese, cotto “in bianco” – 40 euro

È un piatto tipico del Capodanno cinese: apparentemente semplice pollo bollito (cotto a bassa temperatura per almeno 45 minuti), intero, accompagnato da una salsa con zenzero, aceto e varie spezie (pepe rosa, anice stellato e altre). Sembra un piatto molto semplice ma richiede grande preparazione ed esperienza per ottenere la perfetta cottura e un pollo succoso e saporito.

 

Gān shāo xiā

Gamberoni in salsa di soia – 12 euro

In cinese, la parola “gambero” si pronuncia “ha” e, poiché somiglia al suono di una risata, i gamberi sono serviti come augurio di un nuovo anno pieno di felicità.

 

Luóhàn zhāi

Delizia di Buddha – 10 euro

Piatto vegetariano

Si tratta di diverse verdure (anche se talvolta sono presenti anche uova o frutti di mare) cucinate in salsa di soia e spezie. Contiene, di solito, almeno dieci ingredienti, anche se si può arrivare a contarne trentacinque. Viene servito durante il primo giorno del Capodanno cinese, secondo l’usanza buddhista che prevede il solo consumo di piatti vegetariani durante i primi cinque giorni dell’anno, per purificarsi.

 

Tāng yuán

Gnocchi di riso in brodo di zenzero – 15 euro

Si tratta di una pietanza fatta di farina di riso glutinoso, può essere a scelta vuoto o ripieno. Originariamente, i tang yuan venivano associati al solo periodo della Festa delle Lanterne ma in varie zone della Cina il consumo si è esteso a tutto l’anno. La forma circolare e la pronuncia richiamano il concetto del ‘ritrovarsi’ e dello ‘stare insieme’.

 

Jiaozi

Ravioli classici con ripieno di maiale – 7 euro

I ravioli sono uno dei principali cibi consumati al Capodanno cinese. Sono considerati porta fortuna perché la loro forma assomiglia a quella di un Tael d’oro (moneta cinese) e simboleggia quindi la buona fortuna per l’anno nuovo: la loro origine risale a più di 1.800 anni fa. Per tradizione, le famiglie e gli amici si riuniscono per preparare i ravioli insieme.

 

Hóng Fŭ Rŭ Zhū Zĭ

Maialino al forno con salsa di tofu fermentato – 14 euro

Il maiale, protagonista di gran parte delle ricette cinesi e del 2019, “l’anno del maiale”.

Anche il suino è una pietanza immancabile nel menu del Capodanno cinese, poiché simbolo di prosperità per l’anno a venire.

 

Nian Gao

Torta del Capodanno – 18 euro

è un dolce preparato con riso glutinoso, disponibile nei negozi di cibi per la salute e nei supermercati in tutta l’Asia, e consumato nella cucina cinese soprattutto nel periodo delle festività del Capodanno lunare. È considerato un cibo portafortuna per l’anno a venire, in quanto il suo suono è omofono di “anno migliore”.

 

Il costo dell’intero meno è di € 163,00 e comprende un tè in abbinamento (menu ideale per 3-4 perone)

 

Piatto fuori menu, disponibile per chi lo desidera:

Astice agropiccante 25 euro (porzione a persona, non condivisibile)